Prima della digitalizzazione: il processo aziendale | Leanbit

Prima della digitalizzazione: l’importanza del processo aziendale

Giacomo Macrì22-10-2020
Condividi:

A cosa serva la digitalizzazione?

Digitalizzazione. Digital Transformation. Strumenti digitali per aziende.

Nell’ultimo decennio, imprenditori e manager delle aziende italiane hanno avuto a che fare con questi e altri concetti - con frequenza e pressione crescente.
Di digitalizzazione si parla infatti moltissimo - spesso a sproposito. Ma dobbiamo ricordare che, per quanto importante, la digitalizzazione è un mezzo, non è l’obiettivo.

Quindi: facciamo un passo indietro: a cosa serva la digitalizzazione?

Volendo semplificare all’estremo, possiamo dire che la digitalizzazione deve far sì che il processo di un'azienda sia iper-performante tramite l’uso di tecnologie digitali.
tutto parte dal processo, che è la base su cui si costruisce la digitalizzazione: deve quindi essere definito ed efficiente, ogni spreco deve essere ridotto al minimo.

Quando la digitalizzazione è fonte di problemi

Perchè tutto questo?
Perchè il modello di un’azienda non può essere imposto da un software.

In un’azienda priva di un processo solido, la digitalizzazione porterà più problemi che benefici effettivi, rivelandosi faticosa, costosa e infine deleteria. In questo scenario, infatti, gli strumenti digitali non verranno personalizzati sulle necessità e sulle peculiarità dell’azienda e, di conseguenza, non valorizzeranno in alcun modo i suoi punti di forza.
Semplicemente, il software verrà sviluppato a partire da casistiche che riguardano una o più imprese dello stesso settore.

Software e strumenti digitali per le aziende sono in continua evoluzione: possiamo aspettarci che nel futuro prossimo costeranno sempre meno. Certo, saranno determinanti per il successo dell’azienda, ma solo nella misura in cui aderiranno al processo aziendale, così da massimizzarne l'efficienza e l’efficacia.

Come un adesivo su un vetro

Quindi, tutto inizia dal processo, che deve essere definito e ottimizzato: allora si potrà passare a una fase di digitalizzazione.

In questa fase è fondamentale tenere presente che la digitalizzazione non può avvenire in maniera completa e istantanea: è un processo graduale che spesso comporta delle frizioni, che devono essere ridotte al minimo.

Per capire meglio questo passaggio, pensiamo a quanto dobbiamo attaccare un adesivo su un vetro.
Il vetro è il nostro processo aziendale, l’adesivo è la digitalizzazione: affinchè l’adesivo sia ben aderente al vetro e non presenti imperfezioni e bolle d’aria, dobbiamo avere una superficie liscia, priva di porosità. Queste porosità sono le inefficienze del nostro processo, e per quanto l’adesivo sia performante e di qualità, non potrà mai aderire perfettamente su una superficie con delle imperfezioni.

Digitalizzazione fatta di persone (consapevoli)

Un’altra cosa che dobbiamo sempre ricordare è che le aziende sono fatte di persone.

In un passaggio delicato come quello in questione, le persone che fanno parte dell’azienda devono essere coinvolte e allineate nella consapevolezza di stare lavorando per ottenere un obiettivo fondamentale per il successo dell’azienda stessa.
Se questa conspevolezza è diffusa, significa che l’azienda è sulla strada giusta.

Per continuare con la metafora dell’adesivo sul vetro, i dipendenti e i manager sono coinvolti quando aiutano a mantenere la superficie liscia e pulita: è un lavoro che va fatto più volte e mantenuto nel tempo, verificando dopo ogni passaggio.

In conclusione, la digitalizzazione può essere una risorsa enorme: il giusto software può aprire infinite opportunitàe portare un’azienda a realizzare pienamente il proprio potenziale, ma solo a fronte di un processo aziendale orientato all'efficienza e al taglio degli sprechi: senza, l’adesivo durerà poco, staccandosi al primo movimento di mercato.

Iscriviti alla nostra newsletter